fbpx

Commercializzazione e mercificazione delle perizia bancarie

Per essere più chiaro, utilizzo un estratto dal libro di Vincenzo Imperatore – Io so e ho le prove – che tutti noi dovremmo leggere per avere un’idea del rapporto cliente-professionisti-banca.
In questi ultimi anni si è assistito ad una “corsa assurda” verso le cosiddette “perizie econometriche asseverate” risultate poi tecnicamente insostenibili, costose e soprattutto fuorvianti per i clienti, che hanno generato da un lato alti fatturati per le aziende che le promuovevano…dall’altro confusione ed attività legali successive con risultati a dir poco scoraggianti!

"...Purtroppo con l'avvento del ''commercialesimo'' e la mercificazione delle perizie, si cerca semplicemente di collocare il prodotto peritale e basta. O meglio, l'evento peritale diviene il primo passaggio (improprio) in un momento ove basterebbe un semplice studio di fattibilità per potere evincere sommariamente i presupposti di dolo e la cifra massima ricavabile da un eventuale contenzioso. Il problema risiede nei costi e nella psicologia commerciale spiccia: uno studio accompagnato da una consulenza sincera può far perdere appeal con il cliente che, viceversa, se è già legato a me da una perizia, accetterà, suo malgrado, di proseguire l'operazione.
Purtroppo, nel quadro economico odierno, chi è interessato a effettuare un contenzioso bancario è soprattutto l'imprenditore in stato di crisi che di certo non possiede grandi risorse. Pertanto un discorso così delicato, che rientra nella sfera più intima della gestione della propria attività, dovrebbe essere demandato a consulenti tecnico-legali preparati in materia, esclusivamente dedicati al contenzioso bancario (che necessita di un costante aggiornamento) e soprattutto conoscitori del territorio e delle sue dinamiche (intese come rapporti fra il territorio e gli istituti di credito presenti).
Purtroppo assistiamo (e assisteremo) ad approssimazione e superficialità nell'approccio che, dissacrando il diritto bancario, ingenereranno una disillusione nei confronti dei clienti acquisiti e potenziali che porterà fra qualche anno alla frase italiota: l'avevo detto io che non si va contro le banche".

Contattaci al 347.2234180
Manda una mail a: celeghin@aesseconsulenze.it

Contattaci subito per una consulenza GRATUITA!

Contattaci subito per una consulenza GRATUITA !

1
Buongiorno,
come possiamo aiutarti?
Powered by