fbpx

Novembre 2016 – € 87.000

Novembre 2016 – Azienda  metalmeccanica della Provincia di Pordenone – Conti Correnti bancari e Derivati – Importo recuperato più di € 87.000

L’Azienda artigianale, grazie alla relazione tecnica peritale elaborata dallo Staff  tecnico di AESSE, contesta a primario Istituto di Credito Veneto la sottoscrizione di strumenti derivati  denominati “Plain Vanilla” oltre a interessi usurari, ultralegali e anatocistici, applicazione indebita di commissioni di massimo scoperto e spese relativi a alcuni conti correnti, rilevati  nel periodo 2°trimestre 1999 ÷ 4°trimestre 2015). 
Vengono così recuperati a distanza di soli 12 mesi € 87.500 totali. 
La Banca viene considerata unica debitrice dell’importo liquidato in favore del CTU e obbligata a trasmettere i dati aggiornati in Centrale Rischi della Banca d’Italia, non effettuando più alcuna segnalazione nei confronti sia dell’Azienda che dei Garanti della stessa.

Accordo raggiunto in 12 mesi dalla firma del mandato

Contattaci subito per una consulenza GRATUITA !

1
Buongiorno,
come possiamo aiutarti?
Powered by